mercoledì 6 ottobre 2010

Lingotti al Bancomat.

Debora Billi
Lascio agli esperti di finanza, ai numerosi maniaci dell'oro fisico, nonché ai catastrofisti più apocalittici il commentare questa notizia. Io che non sono un'esperta mi limito a constatare, alla lettura, una strana sensazione di disagio alla bocca dello stomaco. Ma magari esagero, come al solito.
Un'azienda tedesca che installa e gestisce macchine bancomat che vendono oro sta progettando di introdurle negli Stati Uniti quest'anno, una rapida espansione per trarre vantaggio della domanda di lingotti in tempi di incertezza economica. (...)
I bancomat a lingotti funzionano già, oltre che in Germania, ad Abu Dhabi, Madrid e... Bergamo. Quest'anno ne saranno montate altre 35 nel mondo e il prossimo anno saranno ben 200 nei soli Stati Uniti, più nuove installazioni in India e Cina.....
Il prezzo dell'oro viene aggiornato ogni dieci minuti, e il bancomat dispensa tagli da 1 grammo, 5 grammi, 10 grammi e 1 oncia.
Non so proprio se questo bancomat a forma di lingottone gigante (una cosuccia sobria) rappresenti l'ennesima assurdità del marketing dello sfarzo, oppure the shape of things to come. Magari, con il nuovo record stabilito proprio oggi, ci sta pure.
Crisis

Nessun commento: