lunedì 18 ottobre 2010

Veronesi è la foglia di fico del nucleare

Massimo De Maio
"Umberto Veronesi si sta prestando a fare la foglia di fico sull'atomo italiano - afferma Massimo De Maio, presidente di Fare Verde - e la sua nomina a presidente dell'agenzia per la sicurezza nucleare svela l'approccio ideologico del Governo italiano al nucleare. Veronesi nel nucleare ha solo una cieca fede e nessuna competenza specifica. Per questo riteniamo che la sua nomina sia solo una manovra propagandistica di chi non ha altri argomenti tecnici ed economici per cercare di convincere la maggioranza degli Italiani contrari al nucleare". 
"Un oncologo di fama internazionale dovrebbe convincere gli Italiani che il nucleare non nuoce alla salute, cosa evidentemente falsa.  - continua De Maio - Ma Veronesi dovrà convincerci anche del fatto che il nucleare è anche economicamente conveniente ed utile a raggiungere nei tempi previsti  dall'Europa gli obiettivi di riduzione delle emissioni climalteranti. Impresa evidentemente impossibile anche per tecnici preparati sull'argomento, figuriamoci per chi si è occupato esclusivamente di tumori per tutta la sua vita"....

"Siamo di fronte all'inizio delle grandi manovre propagandistiche - conclude De Maio - e ci rincresce che Veronesi si presti a un gioco che non fa l'interesse degli Italiani. A 85 anni avrebbe potuto scegliere di lasciare ai giovani Italiani un miglior ricordo della sua opera, magari facendoci dimenticare gli scivoloni su OGM e inceneritori. Invece l'anziano professore ha deciso di impegnarsi per lasciarci una pesante eredità redioattiva".

Fare Verde 

Nessun commento: