venerdì 12 novembre 2010

Milano, Roma e Napoli, fratelli d'Italia

Debora Billi
Una volta mi capitò di scrivere: "Siamo pronti a combattere il sistema a fianco di un impiegato statale, o di un commerciante, o di un pensionato?". Adesso mi chiedo: sono pronti un milanese e una mamma di Terzigno a combattere fianco a fianco senza darsi del terrone o del leghista a vicenda?
Sarebbe un miracolo. Ma sarebbe contemporaneamente quanto di più ovvio e logico aspettarsi. Nello stesso giorno infatti, arriva la medesima notizia da Milano da Roma e da Napoli, quasi in fotocopia: contaminate le falde acquifere a Terzigno, contaminata la falda acquifera sotto l'enorme discarica di Malagrotta a Roma, contaminata la falda acquifera e terreni tossici a Milano. L'ha notato nessuno?....

Qui bisogna ficcarsi in testa al più presto che abbiamo tutti gli stessi problemi. Che la divisione tra sudici sudisti, nordici razzisti, romani fancazzisti è una stronzata colossale che serve solo a portare voti a chi sfrutta tali idiozie. Bisogna al più presto sostituire simili passatempi televisivi con una consapevolezza diversa. Uniti si vince, divisi si perde. Altro che dar retta a Zaia che afferma "Pompei, quattro sassi", oppure a chi vorrebbe lasciar affogare i veneti così imparano. Se Pompei crolla e i veneti affogano nell'alluvione la colpa è solo e sempre delle stesse persone, dello stesso sistema, della stessa indifferenza che tutti ci governa, al nord come al sud come a Roma, a destra come a sinistra.
Qualcuno gestisce potere e soldi sulle nostre spalle. Non possiamo essere così imbecilli da continuare a farci avvelenare, affogare, crollare, smottare, esondare, cementare, inquinare mentre invochiamo come burattini il federalismo e il disprezzo per chi vive qualche parallelo più in là. Altro che federalismo: qui dovremmo federarci sì, ma tra cittadini di ogni regione, stufi di farci prendere per i fondelli in questo modo.
In fin dei conti sono sessant'anni che cantiamo "l'Italia s'è desta", cari fratelli. Sarebbe anche ora di mettere in pratica.
Petrolio

1 commento:

simone ha detto...

Aggiungo solo, a proposito della divisione voluta, che, non serve solo per i voti, ma anche, purtroppo, per annebbiare la mente mantenendo l'ignoranza con campo visivo ristretto.