mercoledì 20 aprile 2011

Cerchi lavoro? C'è un posto da troll

Debora Billi
Leggo con qualche ritardo un post del prof.Bardi sul suo blog Cassandra, in cui tra altre cose rilancia la scoperta di un blogger d'oltreoceano. Per farla breve, un partito politico canadese ha messo online degli annunci per offrire lavoro a trolls professionisti in occasione delle prossime elezioni. Non ci potete credere? Invece si tratta proprio di "professionisti", tant'è vero che l'azienda di PR chiede un "commento di prova" in risposta ad un'immaginaria affermazione della parte politica avversa, onde dimostrare le proprie doti trollesche e venire assunti.
Dovete dimostrare di saper scrivere con un tono da persona di destra, guadagnare punti, destare indignazione e usare l'umorismo......

E poi si chiede di saper creare un personaggio coerente, che non scenda troppo nei dettagli e ripeta sempre gli stessi concetti. Usando sarcasmo, ironia e (testuale) anche gli insulti personali sono benvenuti.
Compensi? In base alle ore lavorate e al volume di attività online, con dei bonus per flaming particolarmente riusciti. Qui lo screenshot dell'annuncio su Craiglist.
Siccome non credo che i canadesi siano gente particolarmente senza scrupoli, o i più svegli del mondo in fatto di Rete Internet, ne deduco che tale costume sia diffuso anche in altri Paesi. Beh, adesso sapete da dove saltano fuori tutti quegli idioti apparenti che non fanno che ripetere le stesse cose, che non rispondono mai alle vostre osservazioni, che insultano il prossimo usando quella che ritengono arguta ironia, che sostengono pervicacemente posizioni indifendibili, e soprattutto che si presentano immancabilmente tre secondi dopo che il post o l'articolo è uscito sul web.
Ma la tecnologia non si ferma al povero disoccupato che sbarca il lunario. C'è di meglio, e c'è di mezzo anche il Pentagono: lo racconta il Washington Post. Un software che si chiama "Persona", acquistato dal governo USA, che riesce a configurare da solo fino a 10 personaggi diversi per addetto.
Completi di background, storia personale e presenza sul web che sono tecnicamente, culturalmente e geograficamente coerenti.
Così recita il brevetto. E così il contratto con il Pentagono:
Le false identità saranno capaci di aver origine in ogni parte del mondo, e potranno interagire attraverso i normali servizi online e i social network. (...) Senza paura di venire scoperti da avversari sofisticati, e nascondendo l'esistenza dell'operazione, offrendo eccellente copertura e potente negabilità.
A questo punto, le possibilità sono infinite. Dal solito troll il cui compito è parlar bene del nucleare o approvare il bunga bunga, a falsi rivoluzionari online che possono accendere micce di rivolte in ogni Paese del mondo. I primi in fin dei conti innocui e persino ridicoli, i secondi un pericolo concreto da cui è quasi impossibile difendersi.
Crisis

6 commenti:

marco ha detto...

Il forum " liste civiche grillo " e' stato distrutto da questi ceffi , la pagina commenti all'articolo sulla morte di Arrigoni del Guardian ha 230 commenti in buona parte di quel tenore , commissionati evidentemente per prevenire un effetto propagandistico anti sionistico . Il problema e' serio e occorre una strategia subito .

Alberto ha detto...

Un po' di tempo fa ho letto che i servizi segreti di un piccolo stato mediorientale stavano assoldando dei collaboratori, in varie lingue, incaricati di presentarsi nei dibattiti che normalmente si svolgono sulla rete con lo scopo di depistare, offendere, portare fuori argomento, in una parola impedire lo sviluppo di confronti seri ed equilibrati che possono portare la gente a meditare, capire, crescere.

Il meccanismo è sempre lo stesso: non affrontare mai un argomento, mai scendere nel contradditorio su qualcosa di oggettivo, ma offendere, deviare, depistare, senza alcuna preoccupazione di portare la benchè minima prova a sostegno di quello che si dice.

Tipicamente questi "infiltrati" scelgono delle identità fasulle (ovvio), che però si smascherano abbastanza facilmente: per esempio su Youtube, all'inizio almeno, erano sempre account di recente creazione con nessun video caricato e nessun amico: chiaramente degli account fasulli senza una reale identità dietro.

Alberto ha detto...

Per darvi un'idea vi riporto uno scambio che ho avuto con un paio (chissà se erano veramente due o era lo stesso?) di loro in merito al primo video della serie sull'omicidio di JFK


onlypaola
invece di giocare al complotto cosmico, leggete piuttosto qualche libro sulla politica di john kennedy. quanto alla sua morte, è triste, poco soddisfacente, ma fu proprio il piccolo, mediocre oswald a uccidere il presidente. era parte di una macchinazione? forse. oltra a lui, altri spararono sul corteo presidenziale, a dallas? no. un esame spassionato dei reperti dice di no. certo: messa così, la cosa non è una buona base per la sceneggiatura di un film. ma è, più prosaicamente, la realtà

medicialberto
Ma sei scema? perdere il tuo tempo su internet, oltretutto loggarti su youtube, per scrivere certe scemenze? che sia stato oswald, fra quelli che cercano la verità, lo pensi solo tu! (anzi: lo scrivi solo tu: probabilmente hai altri scopi...)

onlypaola
sì', ho altri scopi: sono una donna della mafia di chicago, legata al vecchio clan di sam giancana. ma ho anche ottime entrature nella cia. tuttavia, nel 1963, con un'altra identità e per conto dell'fbi di hoover, ero in dealey plaza travestita da limousine.

medicialberto
Senti, se non hai di meglio da fare, continua pure a sparare cazzate, ma un po' di intelligenza non guasterebbe...dire che è stato Oswald a uccidere Kennedy è come dire che le torri gemelle l'11 settembre son venute giù per l'impatto con gli aerei... mi sa che dovrai cambiare nick per continuare ad importunare!

onlypaola
no, infatti son venute giù non appena emilio largo e stavro blofeld diedero luce verde. comunque sta' tranquillo, indagatore di mille complotti: non disturberò più. buona estate.

medicialberto
brava, torna a guardare emilio fido;
ps: per usare un regalo bisogna prima scartarlo; nel tuo caso il cervello, magnifico dono di Dio, è ancora sotto l'albero con i nastrini intatti.

============================
lo so, sono stato un po' duro, ma che ci volete fare....
Comunque con l'altro sono stato più bravo: ho mantenuto la calma!

Alberto ha detto...

accurruneide
madical hai un atteggiamento protervo e spocchioso e scrivi l'italiano come un immigrato. come storico ti faccio i complimenti per la vuotezza dei contenuti, la ridondanza delle sciocchezze e lo stile da detective fallito.

sappi che se carichi video pubblici dovresti avere lo smalto per accettare le opinioni altrui altrimenti guardateli da solo in casa e godi delle tue intuizioni.

per giunta le donne vanno trattate al meglio, sai, e' un segno di distinzione ed educazione maschile.

medicialberto
@accuruneide : niente di meglio da fare, eh? Lo capisco, è dura... ma non perderti d'animo: troverai qualcuno che ti ascolta, prima o poi...

accurruneide
per la verita', a differenza tua, in qualita' di docente di storia ho chi mi ascolta... e sono parecchi!!!
pensa che pagano pure bene! chi non ha nulla da fare e gioca al detective mitoname sei te: l'indiana jones che ricerca la verita' di un caso tra i piu' fumosi della guerra fredda su youtube hahaha per giunta sei pure italiano e non hai dimestichezza con l'inglese:

mi infondi uno smisurato senso di tenerezza, poverini i tuoi genitori.

medicialberto
@accuruneide : poverini i tuoi studenti! Invece di parlare di me, che non conto nulla, e lo so bene, perchè non rispondi alle domande VERE:
1) Come poteva Oswald aver colpito Kennedy dal retro quando è evidente dal filmato di Zapruder che la testa è stata sbalzata all'indietro?
2) Come poteva il proiettile magico della commissione Warren aver fatto il percorso a zigzag?
3) Perchè Dulles, licenziato da direttore della CIA da JFK, andò a poi a dirigere le indagini sull'omicidio?

Uno che si definisce (???) docente di storia e poi, anzichè parlare di fatti, non sa fare altro che offendere, si squalifica da solo. Poveri i suoi studenti.


accuruneide
1) per la verita' non mi definisco docente ma e' lo Stato che mi ha dichiarato abile a svolgere il ruolo dopo anni di severi studi, quelli che tu non hai svolto.

2) io non ti offendo, dichiaro quello che sei.

3) se avessi le risposte che ricerchi (evidente segnale del tuo inutile passaggio nella vita) sarei sotto due metri di terra.

il tuo encefalo rinsecchito dovrebbe suggerirti che certe informazioni non sono per tutti, tra queste rientrano jfk, ustica, cuba, allende ecc

mitomane!

Alberto ha detto...

medicialberto
Posso solo confermare quanto già detto.... eviti gli argomenti VERI per attirare l'attenzione su chi dice le cose (cioè io). Puerile. E lo stato ti paga pure.
Scommetto che sei convinto che la torre 7 (WTC-7) sia venuta giù per SIMPATIA con le twin towers, vero?

accuruneide
mi chiedo perche' non ti fai espiantare gli organi interni per donarli a chi merita di vivere al posto tuo. sei uno psicopatico dal peso inutile nel panorama umano che ti circonda.

medicialberto
Vediamo se il professore di storia (pagato - e bene, dice lui- dallo stato italiano) risponde a qualche domandina:

1) Prescott Bush faceva affari con Dulles, futuro capo CIA, destituito da Kennedy a seguito della baia dei porci e successivamente incaricato da Johnson delle indagini sull'omicidio JFK?
2) Nixon era stato portato al congresso grazie a Prescott Bush, e per ricambiare il favore poi favorì l'ascesa del di lui figlio (G.H.W.Bush) a capo della CIA?
3) Gerald Ford, succeduto a Nixon dopo il watergate e che LO PERDONO' pubblicamente per le sue malefatte, è lo stesso Gerald Ford che era stato nella commissione Warren?
4) jack Ruby, assassino di Oswald, aveva lavorato per Nixon?
5) Qual è il legame fra Hunt, Prescott Bush e Nixon?
6) Perchè Oswald, prima di disertare la marina USA e andarsene in Russia, aveva avuto un addestramento di Russo da parte della CIA?
7) Il 21 Novembre 1963, a dallas, la sera prima dell'omicidio, un gruppo di uomini si riunì per definire i dettagli del piano. Fra questi erano tre (3) futuri presidenti USA Nominarne almeno due.
8) VERO O NO CHE CHI OFFENDE LO FA PERCHE' NON HA NESSUN ALTRO MEZZO A DISPOSIZIONE?

accuruneide
(nessuna risposta)

Alberto ha detto...

Che dire? sono anche troppo facilmente riconoscibili, coscienti o meno, pagati o meno che siano, fanno comunque una certa pena.

Mi dispiace per tutti quelli che non hanno ancora scoperto (e forse non la scopriranno mai) la Bellezza della Verità. Scelgono di stare nelle tenebre e di strisciare nella polvere, e si arrabbiano con chi si è alzato in piedi.