giovedì 30 giugno 2011

Freedom Flotilla, tra attesa e rinvii

Angela Lano
Corfù (Gr), giovedì 30 giugno.
E' una guerra di nervi quella scatenata da Israele, che alterna articoli-bufala, minacce, sabotaggi, addestramenti e simulazioni di attacchi, rivelazioni contro la Freedom Flotilla.
Quella della Freedom Flotilla 2 è ormai una situazione fluida, dinamica: notizie che danno la partenza per imminente e altre che parlano di rinvii. L'unico elemento certo è che oggi non si parte. E probabilmente neanche nei prossimi giorni. I motivi sono diversi, dai sabotaggi a due (o tre?) barche, alle ispezioni in corso a quella statunitense; alle enormi pressioni che il regime di Tel Aviv sta facendo sul governo greco, e così via.
Questa mattina, si è appreso che la nave irlandese, ormeggiata in un porto turco, non potrà far parte della Flotilla a causa dei seri danni subiti nella notte tra martedì e mercoledì, che necessitano di diversi giorni per la riparazione.....
I passeggeri irlandesi organizzeranno una confernza stampa in Turchia, quest'oggi, e sono previste anche manifestazioni di protesta in Irlanda contro le manovre israeliane e i sabotaggi alle barche.
La US Boat to Gaza continua a essere oggetto di attacchi "legali" e di pressioni politiche statunitensi. Per oggi è prevista una visita a bordo da parte di giornalisti di tutto il mondo, perché verifichino "di persona" che non ci sono armi a bordo.

I passeggeri della nave "Stefano Chiarini", ormeggiata a Corfù, e su cui siamo saliti ieri (giornalisti e organizzatori), facendo fotografie e riprese video, continuano gli stage di preparazione. Questa mattina si è svolta una lezione sugli aspetti giuridici della partecipazione alla missione e sui diritti che devono essere garantiti se si verrà incarcerati, come avvenne ai partecipanti alla Freedom Flotilla 1, l'anno scorso.
Il clima che si respira qui a Corfù è di grande attesa e collaborazione.
http://www.corriere.it/esteri/11_giugno_29/flotilla-gaza_ef876468-a28c-11e0-b1df-fb414f9ca784.shtml
http://video.corriere.it/

Infopal

Nessun commento: