lunedì 23 luglio 2012

Perché l’Austerity distrugge l’economia

Antonio Miclavez
Qualcuno ha risposto al mio articolo “Monty, Benettazzo e l’Austerity” replicando che è immorale incentivare la pigrizia degli Statali pigri; colpiscine uno per educarne 100, licenzialo.
Benito gli dava l’olio di ricino, e pare che gli effetti fossero sorprendenti; due giorni dopo la purga (il giorno dopo no, erano occupati ad evaquare), l’efficienza aumentava alle stelle. Potremmo dare un’option: licenziato o ricinato?
Eppoi, perché mandare a casa TUTTI quelli di un settore o di una provincia? Ci saranno degli ottimi lavoratori in mezzo a loro; mandiamo a casa anche loro? Che idiozia....
; piuttosto facciamo una pagella e scartiamo i peggiori; quelli virtuosi mandiamoli a fare lavori dove sono necessarie alte prestazioni. Il parametro dev’essere: serve qualcuno? E se si, chi è in grado di risolvere far fronte al problema?

Mi ricordo negli anni ’90, ci fu lo scandalo Poggiolini, e si scoprì quello che si sapeva da tempo, ovvero che al Ministero della Sanità tutte le operazioni erano lente se non impossibili, ma che i dipendenti del Ministero, dopo aver timbrato il cartellino di uscita alle ore 17, rientravano sponetaneamente, ricevevano austeri signori con la valigetta colma di belle banconote, ed uscivano contenti dopo un’ora a transazione avvenuta, e le pratiche andavano chiaramente a buon fine. SCANDALO !! Cosa fecero per correre ai ripari? I funzionari di Medicina Veterinaria futono trasferiti alla Medicina Umana, e viceversa, col risultato che i corrotti rimanevano, ma spostati. Lo svantaggio era che in Veterinaria nulla sapevano di Medicina umana e viceversa; per un anno il Ministero della Sanità fu bloccato. Per poi riprendere, non so se con le solite mazzette o no, con lo stesso personale corrotto. Lo so perché dovetti rinunciare alla notifica di un farmaco Veterinario poiché mancavano gli interlocutori; la burocrazia aveva vinto, il problema non era risolto.
Ma i problemi sono diversi; uno è l’efficienza dei servizi sociali, l’altro è il bilancio statale, e il terzo l’economia della Nazione. Sull’efficienza parleremo più avanti; sul bilancio statale basti sapere che andrebbe in pareggio senza pagare i 100 iliardi all’anno sui cedolini del Debito Pubblico, mentre l’Economia italiana mi sembra l’argomento più importante. Ma che per il Bilancio Statale non è ergonomico mandarlo momentaneamente in pareggio licenziandone i dipendenti. Dipendenti che dovrebbero mettersi in proprio, ma che con la crisi attuale dove troppi chiudono i battenti si troverebbero disoccupati, e magari chiederebbero sussidi per sopravvivere aumentando la spesa pubblica… un circolo vizioso.

Se peso troppo non ha senso tagliarmi una mano per pesare il giusto; meglio eliminare quel che non serve: del grasso che ci appesantisce o un tumore che ci fagocita per esempio. In questo articolo cercherò di spiegare che il grasso da aliminare è la burocrazia, mentre il tumore è il sistema bancario. La parte sana dell’organismo siamo noi; nostro cugino che lavora in Comune, il fratello medico in Ospedale…… tagliare lo Statale è come tagliarsi una mano. Oddio, prima di affondare uno si taglia anche una gamba, ma visto che le alternative ci sono, eccome …… statale vuol dire sociale, e andate in Germania o in Scandinavia o nella Libia ante-Nato a vedere cosa vuol dire uno stato sociale. Che ha spese ben superiori alle nostre, qualità di vita eccelsa ed è efficente. E l’economia gira malgrado la grande spesa pubblica. Come mai? Perché mio cugino Mario che lavora in Comune spende lo stipendio facendo girare l’economia.

Personalmente lavoro 16 ore al giorno, e non mi piace aspettare che al mio Comune ci mettano 2 mesi a produrre la carta d’identità di mio figlio o che all’Ospedale ci mettano 3 mesi per fare un intervento ospedaliero “d’urgenza” a un mio paziente; ceramente c’è negligenza, pigrizia, troppa fiducia nel posto statale “sicuro”, e certamente bisogna migliorare le prestazioni. E mi può dar fastidio che loro producano un quinto di quanto produco io e abbiano lo stipendio sicuro a fine mese, mentre io come imprenditore no. Ma perchè mandarli a casa? Se Mario diventa disoccupato, non porterà suo figlio a curarsi da me…. perdo fatturato, si abbassa il mio imponibile, e lo Stato percepisce meno tasse.

Per migliorare l’efficienza della cosa pubblica snelliamo la burocrazia, e già perderemo molto meno tempo in cartacce inutili. Bene, direbbe qualcuno, allora mandiamo a casa 3/4 degli statali e “risparmiamo”. Io snellirei la burocrazia ma li manterrei, anche a fare cose inutili. Sappiate che NON C’E’ LAVORO PER TUTTI !! Qualcuno deve venir pagato senza fare un cazzo, altrimenti l’economia non gira !! Per “lavoro” intendo qui il lavoro che produce panini e camicie; oggigiorno produrre camicie costa talmente poco che sarebbe uno spreco utilizzare risorse umane per confezionarle. Le fabbriche cinesi le buttano fuori a 50 centesimi l’una !! Il cibo viene distrutto, la CE paga per non coltivare.

Lo Stato per operare ha bisogno di stipendiare collaboratori, ma di che lavori ha bisogno lo Stato? Ospedali, difesa, giustizia, opere pubbliche, cultura….. ma gran parte del lavoro è burocrazia, che dovrebbe essere di aiuto alla gestione delle cosa pubblica mentre di fatto è solo un intralcio.
Per pagare tali collaboratori come si finanzia lo Stato? Ha varie possibilità, ma poche sono sagge: lo Stato sovrano deve creare il suo denaro dal nulla senza dover emettere Bot e BCC, e quindi senza avere Debito Pubblico, e mettere in circolazione tale denaro pagando dipendenti, servizi ed opere pubbliche.
Così si finanzia, ma il giochino funziona finchè ha saturato il mercato di denaro. Per mantenere il “Money supply” costante deve poi toglierlo, e così arriviamo alle famigerate tasse.
Ma qui vi devo sorprendere: lo Stato costa 700 miliardi l’anno, quindi per lo Stato Sovrano basterebbe creare 700 miliadi all’anno dal nulla per mantenersi. Se lo facesse, diverrebbero superflui Tasse, Multe, Balzelli, Privatizzazioni. Basta un Click nel software del computer, e i 700 miliardi ci sono. Draghi insegna: ha creato 1.000 miliardi con un “click” e lo ha prestato alle banche, che non lo hanno messo in circolo, bensè si sono spartite il favore del loro sicario comprando BOT al 6%, ovvero mungendo 60 miliardi di interessi dai Cittadini. Draghi ha finanziato così il nemico dell’Umanità, ovvero il sistema bancario. Il denaro invece và dato direttamente allo Stato senza interessi, visto che creare denaro con costa niente: basta un “click” sul computer. Ma non si crea inflazione? Certo, ma di che entità? 700 Miliardi sono esattamente il 10% del money supply nazionale, ovvero del denaro in circolazione. QUINDI, se lo Stato sovrano creasse 700 miliardi l’anno causerebbe il 10% di inflazione, che è il dato realistico dell’inflazione attuale. SENZA dover chiedere più tasse; continuando a pagare i burocrati inutili, mantenendo la Casta….. sono briciole in confronto ai furti del sistema bancario !!!!!! Si è calcolato che la CASTA fagocita 20 miliardi all’anno. D’accordo, è un furto, non è etico, poniamo rimedio a tale orribile salasso. Ma ricordiamoci che è il 2.5% dei furti del sistema bancario consolidato; e non parliamo ancora di imbrogli bancari, collusioni, usura oggettiva, truffe di borsa …. Qui si tratta della gestione ordinaria del denaro, che ogni anno, lo ripeto, ci costa quanto ci costa finanziare la cosa pubblica. Se il denaro lo creasse lo Stato (un software bancario costa l’equivamente di 100€ per Comune), il costo della creazione del denaro e della sua gestione sarebbe zero. Basta fare ogni tanto “Click”.
I dipendenti statali non sono una spesa ma non un peso; il vero cancro sono le Banche, Monti, Draghi, Equitalia con Befera, il Rating, lo Spread !! Chiaramente un Befera non deve prendere 650.000€ all’anno per un lavoro senza rischi né difficoltà. La sua paga dev’essere 30.000€ l’anno, deve rispondere personalmente di cosa fa, e mettersi a fare qualcosa di socialmente utile, non certo depredare chi lavora applicando leggi fatte ad hoc dagli amici politici.
Se poi qualcuno si incazza che il Bibliotecario è in esubero, che in Ospedale ci sono troppi medici, che in Tribunale ci sono troppi Giudici, che ci sono troppi teatri, troppe orchestre, troppa cultura ……beh, almeno quelli sono soldi che girano; le banche invece i soldi presi con gliinteressi dalla Popolazione li fanno sparire, e quelli presi dallo Stato,100 miliardi sugli interessi del Debito Pubblico, pure.

Però diciamo che creare 700 miliardi l’anno vi sembra fantascientifico, e che il Debunker in voi dice che “non si può fare”.
Bene, provo diversamente: è risaputo che per far girare l’economia bisogna immettere denaro in circolazione. Se si continua a togliere denaro, l’economia rallenta e infine si ferma; abbiamo tagliato sì le spese, ma anche le entrate, per cui prima i Cittadini e poi lo Stato soccombono.
E questo con la scusa di far quadrare i bilanci statali. Ma non vedete che è un trucco per convogliare i beni privati e statali nelle banche che ci stanno divorando? I cittadini fanno GIRARE i soldi; le banche li fanno SPARIRE. Più Stato sociale e meno finanza, se volete risolvere il problema.

Ma se proprio volete fare i moralisti, vi do una mano.
Vediamo quindi cosa cambiare, non tagliare:
-       La burocrazia, che occupa gran parte del settore pubblico, non serve a produrre beni o servizi; serve solo a regolamentarli, ma attualmente li stà frenando. Trasformiami i Burocrati in pianisti, trombonisti, chitarristi, cantanti; la burocrazia lasciamola ai computer.
-       La Guardia di finanza serve come deterrente e come recupero di evasioni ed elusioni. I Finanzieri sono seri ed onesti, in buona fede, ma non possono sapere che stanno lavorando per la Goldman Sachs, invece che per lo Stato. E attualmente, con la crisi di liquidità che c’è in giro, la Finanza dovrebbe DISTRIBUIRE denaro a Cittadini e aziende, non prelevarlo; ora, oltre a non servire, il prelievo fiscale fà danni. Gli studi di settore, le cartelle pazze, l’aliquota fiscale del 74%; abbiamo da tempo superato il limite della decenza. A chi serve? Alle banche, che vogliono possedere tutto con la scusa dello Spread, del bilancio statale da mabdare in pareggio, del troppo denaro in circolazione. Inoltre, coi sistemi computerizzati attuali, i controlli possono essere automatici: non servono blitz a mano armata nei supermarket per vedere se gli scontrini vengono emessi. Un Colonnello della Guardia di Finanza, in Report su RAI3 4 mesi fa, confessò che se applicassero le sanzioni alle Aziende in cui è accertata evasione fiscale, l’80% delle Aziende dovrebbe chiudere. Ma allora a che serve la guardia di Finanza? A farci chiudere? I Finanzieri potrebbero fare corsi di arte applicata ed allietare i cittadini con quadri, sculture, murales….. Chiaramente mantenendo lo stipendio statale.
-       La difesaOffesa. Diventiamo svizzeri: non compriamo più armamenti; tanto siamo una colonia USA che in Italia nasconde 80 testate nucleari, e anche se compriamo 30 jet da 1 miliardo l’uno (ma l’Austerity è solo ai danni dei cittadini, non dei militari?) facciamo ridere; gli USA ci hanno già invaso, li abbiamo già fra le palle da 60 anni, e se vogliono issano la bandiera americana domani sul Campidoglio accanto a quella del Vaticano. Ma tanto non serve: a venderci allo straniero ci sta pensando già Monti-Sachs. Ci lasciano credere di essere Italiani, ma sotto i piedi l’Italia si sta sciogliendo, e fra un po’ saremo in terra straniera. E allora a cosa servono le nostre risorse militari? A invadere l’Afganistan, l’Iraq, la Libia e la Siria? Per far piacere a zio Sam? E dobbiamo ancora spendere soldi? Se proprio facciamo il piacere agli Yankee di fargli da trampolino per i loro atti criminali, facciamoci pagare! 100 miliardi l’anno per continuare a tener invasa l’Italia, e usarla come base per le azioni di invasione militare. Che vengano a farsi ammazzare i soldati americani; i nostri militari potrebbero fare corsi di danza, ed allietarci con balletti estemporanei. I generali impettiti, bravi in strategie militari e coreografie, ne sarebbero i direttori artistici.
-       Le carceri: Legalizziamo le droghe anche pesanti, punendo chi le usa: e 3/4 delle galere si svuoteranno. E tutti i secondini terranno corsi di Yoga, pagati dallo Stato.


Ma visto che l’industria produce anche troppo, ed ha difficoltà a vendere per mancanza di denaro, dovè che son finiti tutti gli Euri? Nelle pance delle banche, che non li imprestano più. Ma che denaro imprestavano? Quello di nessuno; quello creato dal nulla con alto tradimento, risultato del furto della Sovranità Monetaria. Denaro sporco di sangue dal momento della sua creazione, risultato di un riciclaggio mafioso che si chiama Debito Pubblico. E adesso, perché non ce lo imprestano più? Perché non continuano il giochino “creo soldi dal nulla – te li impresto al 10% senza rischi”? Per mangiare ciò che è rimasto, per metterci in crisi e farci mandare all’asta il Capannone e svendere la Perugina, le Autostrade e l’Altare della Patria. Soluzione? Crearcelo noi, il denaro, come Stato sovrano. Non se ne esce senza riappropriarsi della Sovranità monetaria, son tutti palliativi !!!

La vera Spesa sono i 100 miliardi annui su Bot e CCT, i 700 miliardi pagati come interessi sul Money Supply alle banche che senza rischio son le uniche che guadagnano in questo momento di crisi finanziaria creata da loro. Banche che al 90% prestano a usura oggettiva (ovvero superano le soglie di usura dettate da Bankitalia stessa), che imbrogliano dove possono imbrogliare, che in collusione con le agenzie di Rating mettono in ginocchio le Nazioni, che fanno Inside Trading (strano che tutte le parole che hanno a che fare con la finanza siano in inglese, forse Hilter non sbagliava a sospettare che quello finanziario fosse un complotto anglo-americano), le multinazionali che non pagano le tasse, i grandi gruppi che fanno cartello e vogliono privatizzare l’acqua e far passare la TAV, l’Ufficio delle Entrate e le sua compagna di merende Equitalia che applicano l’usura in barba alla legge antiusura, in quanto le leggi fatte dai senatori prezzolati permettono delle “anomalie” per cui il tasso soglia può venir “legalmente” superato.

Il sistema finanziario và licenziato, se vuoi far girare l’economia, non lo Statale.
E se poi vuoi che gli uffici statali siano più efficienti; beh, questo è un altro argomento; ma non venitemi a dire che licenziando i dipendenti statali salvate l’Italia !!!!
Stampa Libera

Nessun commento: