martedì 31 luglio 2012

Perché siamo dei poveri idioti

Marinella Andrizzi Sinibaldi
L’umanità ha avuto progressi scientifici continui fino a circa un secolo fa. Poi, improvvisamente, dopo aver blindato molteplici brevetti  riguardanti soprattutto energia alternativa gratuita e pulita, con il solito “segreto militare”, il progresso scientifico e tecnologico si arresta, continuando solo per cretinate tipo cellulari, Iphone, smart phone, televisori, videogiochi e cazzate varie prive di vera utilità sociale. Come anche per farmaci che curano le malattie, anziché procurarle.
In pratica hanno accantonato tutto ciò che non è brevettabile e/o che non ammette lucro.
Tutto per far continuare le varie multinazionali a depredare il mondo, inquinando fino all’inverosimile.....

sabato 28 luglio 2012

La classe operaia va in paradiso in fretta...

Fernando Rossi
e da un passaggio a migliaia di tarantini.
Stamani il quotidiano degli Elkan riporta le dichiarazioni del Ministro dell'Ambiente, che...auspica la "correzione" della decisione della magistratura, sottolineando che fermare l'ILVA sarebbe un colpo mortale per il settore metalmeccanico italiano e allontanerebbe le imprese mondiali dal localizzarsi in Italia, per timore di eccessivi limiti e controlli ambientali!
INDECENTE, non una parola sulle migliaia di persone uccise e rese invalide dalle emissioni dell'ILVA...se era ministro dell'Industria, chiedeva la fucilazione dei magistrati ?
Vendola lo segue, chiedendo una revisioe della sentenza.
Sullo stesso quotidiano ci sono interviste raccolte nel quartiere tarantino di Tamburi, quello definito "dei morti che camminano"....

mercoledì 25 luglio 2012

Solite puttanate odierne dei media

Marinella Andrizzi Sinibaldi
Aumenta il debito pubblico e sale di nuovo lo “spread” ai livelli di novembre.
Lo credo bene! Esattamente come anche un demente poteva prevedere non appena viste le facce stupide e servili di questi burattini del governo dei bancari. E come è logico che sia, almeno finché esisterà la truffa del debito pubblico “sovrano” e banche centrali private. Tutti i soldi rastrellati fin’ora dalle tasche degli italiani, con la scusa dei sacrifici per risanare i conti dell’Italia, sono finiti in USA alla J.P. Morgan e per acquisto degli F35 utili solo per le mazzette....

lunedì 23 luglio 2012

Perché l’Austerity distrugge l’economia

Antonio Miclavez
Qualcuno ha risposto al mio articolo “Monty, Benettazzo e l’Austerity” replicando che è immorale incentivare la pigrizia degli Statali pigri; colpiscine uno per educarne 100, licenzialo.
Benito gli dava l’olio di ricino, e pare che gli effetti fossero sorprendenti; due giorni dopo la purga (il giorno dopo no, erano occupati ad evaquare), l’efficienza aumentava alle stelle. Potremmo dare un’option: licenziato o ricinato?
Eppoi, perché mandare a casa TUTTI quelli di un settore o di una provincia? Ci saranno degli ottimi lavoratori in mezzo a loro; mandiamo a casa anche loro? Che idiozia....

domenica 22 luglio 2012

Chi arma i ribelli

Monia Benini
E’ apparsa in sordina e ha immediatamente lasciato il posto a notizie di tutt’altro stampo. La CIA invia armi all’opposizione siriana: questo è il titolo dell’articolo pubblicato lo scorso 21 giugno dal New York Times.
Secondo quanto riportato da ufficiali americani e agenti dei servizi arabi, un gruppo operativo dell’agenzia di intelligence statunitense, dislocato nella Turchia meridionale, aiuta i ribelli fornendo loro armi per combattere il governo siriano.
La CIA, si legge nel New York Times, si è posizionata nel Sud della Turchia....

sabato 21 luglio 2012

L’eccidio di Denver, un problema culturale

Nico S.
Una nazione che poggia la propria esistenza sul fortissimo(?)potere economico. Un popolo eterogeneo che conosce il conflitto ma è pronto a credere e ad unirsi contro un nemico comune, qualunque esso sia e senza fare troppe domande. Gli Stati Uniti d’America: ma siamo certi che sia questo il modello cui si debba tendere?
Un cinema, un film, i popcorn e le caramelle, la coca cola annacquata è già nel bicchiere. Poco importa il titolo del film e la sua recensione. A far notizia, purtroppo, è il numero dei morti seminati da una persona apparentemente normale. Siamo ad Aurora, Denver, Colorado, Stati Uniti d’America. Un po’ più a sud, sempre da queste parti, si trova la frazione di Columbine, resa famosa da un film di Michael Moore che raccontava  dell’assurda strage consumata da quelle parti dalla solita coppia di ragazzi “normali” che spesso si rendono protagonisti di fatti di cronaca particolarmente efferati....

venerdì 20 luglio 2012

Rivolte e guerre da manuale

Monia Benini
Di cosa può essere capace chi brama la guerra? L’immaginazione potrebbe sorprendersi di fronte all’inesistenza di limiti.
Ce l’hanno dimostrato in Libia, ce lo stanno facendo vedere in Siria, ci proveranno (e hanno già iniziato) con l’Iran.
Il terrorismo diventa salvaguardia dei diritti umani, eserciti più o meno mercenari sono spacciati per “la resistenza”, governi legittimamente eletti diventano feroci e sanguinari regimi, capi di stato (rispettati e riveriti) che amministrano da anni si trasformano nel giro di poche settimane in crudeli oppressori....

sabato 14 luglio 2012

Il vero ed unico segreto della vita è: vivere.

Bruno Aliberti
Nell’anno 1000 questo pianeta contava 250 milioni di abitanti. 650 anni dopo, raddoppiando, il numero di abitanti si portava a 500 milioni. 150 anni dopo, raddoppiava ancora, conquistando il primo miliardo. 
Qualcosa era accaduto, quindi, tra il 1650 ed il 1800, che aveva modificato il modello di crescita della popolazione, con un’accelerazione che, confrontata con quelle delle risorse disponibili, dava luogo ed origine ad un problema che andava analizzato seriamente ed in dettaglio. 
Alla fine del ‘700, l’analfabetismo era massivo, per cui appare evidente che, chi ne scriveva, poteva rivolgersi solo ed esclusivamente ad un’elite erudita ed istruita, della quale lui stesso ne era parte....

venerdì 13 luglio 2012

Intelligenza e Artificio

Massimo Mazzucco
Ho provato a giocare con un videogame che simula le partite di calcio, e ne sono rimasto affascinato.
Il fascino non deriva dal gioco del calcio in sè, ma dal risultato eccezionale, ottenuto dai creatori di questo gioco, nel simulare una situazione estremamente complessa, in cui 22 individui si muovono ed agiscono ciascuno in modo indipendente.
Agiscono, ed interagiscono. Il risultato infatti è talmente realistico, che guardando lo schermo un pò da lontano si potrebbe anche pensare di assistere ad una partita vera, con tanto di boati del pubblico e commento "dal vivo" dei telecronisti....

mercoledì 11 luglio 2012

«Spending review» e consenso

Eugenio Orso
Prendiamo le mosse dall’atroce taglio al sociale, alla spesa e all’occupazione nel settore pubblico varato dal direttorio Monti, con l’appoggio parlamentare di Bersani, Casini e Alfano.
Abbandonando la fastidiosa espressione anglosassone di «Spending review», che poi significa tagli alla spesa (e all’occupazione), scopriamo che si tratta di una spietata manovra finanziaria mascherata dalle «Disposizioni urgenti per la riduzione della spesa pubblica a servizi invariati».....

martedì 10 luglio 2012

Grandi televisori per piccole menti

Marinella Andrizzi Sinibaldi
Se non capisco nulla di idraulica, potrei fare un impianto idraulico, non dico perfettamente, ma almeno decentemente funzionante?
La risposta negativa mi sembra ovvia.
E questo vale per ogni settore. Meno che per la politica.
Ognuno crede, s’illude di sapere. In realtà, il 90% della popolazione, grazie alla quasi totale mancanza di logica, contribuisce alla distruzione dell’Italia attraverso il “non sapere” e il “non voler sapere”, abbeverandosi diuturnamente alla fonte dell’ignoranza dei media ufficiali.....

lunedì 9 luglio 2012

La guerra dell’Europa. Con le sofisticate armi della grande finanza internazionale

Fabio Polese
«Secondo un recentissimo rapporto dell’Unicef, sarebbero 439 mila i bambini greci che vivono sotto la soglia di povertà, denutriti e costretti a vivere in ambienti malsani. Secondo le stime ufficiali, un greco su cinque è povero, ma stando agli ultimi rilevamenti, si sta viaggiando velocemente verso una soglia di povertà che ingoia un terzo dei cittadini greci. Infatti su 11,2 milioni di abitanti, ben due milioni e 800 mila, non hanno abbastanza per vivere». A segnalarlo è Monia Benini, nel suo recente libro «La guerra dell’Europa» (Nexus Edizioni, € 8.50).
C’è una nuova guerra in Europa, scrivela Benini, una guerra che si combatte senza fucili e senza bombe....

venerdì 6 luglio 2012

L'Italia è un paese di merda

Stefano Montanari
Quanto costi una vita umana è un quesito che si pone giornalmente nei tribunali di tutto il mondo.  Le risposte date sono tante quanti i casi in questione e ognuna di queste immagino abbia suscitato, almeno in genere, differenze d’opinione a non finire.
Nel nostro civilissimo XXI secolo noi disponiamo solo del denaro come mezzo di risarcimento e, dunque, in fin dei conti la vita ha un cartellino con il prezzo e si può comprare.
La nostra altrettanto civile Italia, esattamente come, più o meno, tutti i paesi del mondo, ha un sistema militare dichiarato di difesa che prevede l’impiego di strumenti atti ad annientare il nemico occasionale e, dunque, inevitabilmente ad uccidere....

mercoledì 4 luglio 2012

Il box delle nostre responsabilità

L'attesa dell'evento, o del personaggio, che avrebbe cambiato le nostre vite è probabilmente vecchia quanto l'umanità. Ancora l'Antico Testamento annunciava la venuta di Cristo, per non parlare dei Maya che avrebbero predetto addirittura la fine del mondo. A parte il fatto che i Maya non hanno mai nominato la fine del mondo, ma la fine di un ciclo, la distorsione del loro messaggio ci serve come spunto per capire quante persone desiderino un grande cambiamento, a costo che sia anche la fine del mondo.
Nel corso della storia molti si sono prodigati in profezie con, a parte alcuni tanto straordinari quanto rarissimi casi, praticamente nessun successo. Le loro fonti erano visioni, scritture automatiche, comunicazioni con entità extra-dimensionali e/o extraterrestri o quant'altro. A causa di alcune di queste profezie ci sono stati anche dei suicidi di massa o, ancora peggio, degli omicidi....

martedì 3 luglio 2012

Lo sapevate che la maggior parte dei “grandi” attori e registi, per un verso o per l’altro sono al soldo delle grandi banche?

Marinella Andrizzi Sinibaldi
Perché?
Sono già molti gli economisti di fama ad aver detto che il sistema di debito pubblico ottenuto attraverso la creazione di una banca centrale privata, ovvero con la perdita della sovranità monetaria, è una colossale truffa, poiché genera inevitabilmente e indipendentemente dal governo, un debito inestinguibile e destinato ad aumentare sempre più.  Per essere estinto, tutti i cittadini dovrebbero guadagnare cento e pagare centotrenta di tasse.  Il che è materialmente e umanamente impossibile.
Ma, salvo gli addetti ai lavori, quasi tutti corrotti dalle banche o fuoriusciti dalle pseudo università delle banche stesse, nessuno li conosce....

lunedì 2 luglio 2012

Vi siete mai chiesti cosa facciano i figli dei politici?

Marinella Andrizzi Sinibaldi
Abbiamo iniziato con il dare uno sguardo agli altarini di papà Napolitano. Ora vediamo alcuni altri.
I segreti della casta

A dicembre, per il terzo mese consecutivo, la disoccupazione giovanile (15-24 anni) in Italia è stata superiore al 30%. Un giovane su tre è disoccupato, il tre per cento in più del dicembre dell'anno prima. L'unica "ricetta" proposta dal governo "prevede" il licenziamento facile di chi è già a lavorare, ma così il reddito delle famiglie sempre a terra rimane! Mentre l'aumento dell'età pensionistica di sicuro non aumenta i posti di lavoro disponibili, anzi...
Ma mentre i giovani normali non trovano lavoro, per i figli di papà la crisi non arriva mai!
Ne stiliamo una prima temporanea classifica:......