domenica 30 novembre 2014

La luce del buio - terza puntata

Marco Cedolin
Superato il controllo della pp. l'interno del vagone risultava estremamente spartano, il blu era il colore dominante, due file di poltroncine con dispensatore di olovideo pubblicitari e massaggiatore lombare incorporato correvano lungo i lati, ma la maggior parte delle persone erano in piedi, assiepate l'una all'altra, come sempre nell'ora di punta. Un uomo sulla cinquantina vestito in formale standard, probabilmente un commercialista o un impiegato, stava gustando appieno il suo innesto olodvd immerso in una pseudo realtà certo più gratificante di quella che lo circondava......

Due signorine sulla trentina erano infervorate in una discussione sulle nuove colorazioni dei capelli e sulla possibilità di disegnare forme sugli stessi, tramite tinture ad incidenza variabile.

Poco più in là un giovane in abito blu e cravatta verde su camicia grigia (era la divisa degli studenti della "manager domani") stava chiedendo alla pp.tramite il suo olocellulare l'autorizzazione ad una chiamata privata. Dopo gli attentati del 24 lo stato aveva deciso che ogni chiamata telefonica doveva essere prima autorizzata e poi registrata, questo naturalmente per salvaguardare l'incolumità dei cittadini.

La fitta al braccio destro, quasi vicino al polso, fu violenta come una scossa elettrica, ma non durò più di un secondo. Mario fu strappato violentemente ai suoi pensieri dall'improvvisa sensazione di dolore, ma riuscì appena ad intravvedere l'uomo sulla sessantina che lo aveva urtato, mormorando un paio di parole di scuse.

Aveva i capelli lunghi, bianchi ed una ridicola barba poco curata, stava sparendo verso la fine del vagone e per quanto si sforzasse non gli riuscì di capire quale sorta di “pacchetto” indossasse.
A ben pensarci gli era già capitato in precedenza qualcosa del genere, aveva già sentito quel dolore lancinante che non durava più di un attimo, una ventina di giorni prima, se non ricordava male, mentre stava giocando una partita di “combact “ con Alessio Greco.....

continua

Nessun commento: