sabato 10 gennaio 2015

La luce del buio - 30° puntata

Marco Cedolin

La luce del buio - capitolo V - "Quanto mi ami?"

Era stata una serata incredibile, Mario accoccolato in maniera scomposta sulla vecchia poltrona di velluto blu non riusciva ad evitare di tornare col pensiero alle poche ore passate in compagnia di Olga De Martinis.
Nonostante la vecchia Mole Antonelliana segnasse ormai le due di notte, non sembrava minimamente intenzionato a coricarsi, intento com'era ad inseguire le anse e le rapide del fiume emozionale che sentiva scorrere dentro di sé....

Avevano cenato in un Washington burger, ad una decina di minuti di tappeto dal punto farma, facente parte di una catena di oltre cento locali che ispiravano il proprio nome ognuno ad una delle fantasmagoriche città americane.

Da parecchi anni non aveva più avuto occasione di trascorrere una serata in compagnia e la cosa lo aveva inizialmente imbarazzato oltremisura.
Entrambi erano rimasti a lungo in silenzio, guardandosi di tanto in tanto negli occhi, senza che nessuno dei due trovasse il coraggio di prendere la parola.

Olga era così diversa dall'ologramma con il quale era solito conversare, giocare, ridere. Ovviamente non diversa fisicamente, in quanto non poteva riscontrare alcuna differenza apprezzabile, ma la vivacità di quello sguardo inquieto e profondo e la vitalità che traspariva da quella donna seduta realmente dinanzi a lui lo turbavano in profondità, fino al punto di renderlo incapace di sillabare anche solo un timido tentativo di conversazione.

Fu solo quando dopo aver cenato si concessero una passeggiata fra i giardini della "Casa Bianca", sorseggiando un cocktail analcolico all'aranciopera, che improvvisamente il ghiaccio si ruppe.....

continua.....

Nessun commento: