mercoledì 25 febbraio 2015

La luce del buio - 48° puntata

Marco Cedolin

-Noi?- Domandò Mario, sinceramente stupito dall'affermazione.
-Si voi, tre stimati impiegati della nostra azienda che si sono resi complici di un criminale ed hanno ostacolato con la forza l'operato della sicurezza, una vergogna, semplicemente una vergogna.-

-Ma noi signore abbiamo solamente detto alle guardie di smettere di malmenare quel poveraccio che giaceva a terra svenuto.- Disse il de Cesari con un filo di voce.....


-Parla proprio lei de Cesari? Lei che dopo essere stato appena assunto da tre giorni nella nostra azienda, e quindi all'inizio dell'anno di prova, già si macchia del sospetto di complicità con un terrorista?
Senta il suo è un caso a parte e mi consenta di dirglielo francamente un caso già chiuso. Siccome vedo che ha avuto anche la tracotanza di ribattere alle mie parole, le comunico che da questo momento la sua presenza in azienda non è più gradita. Gli agenti l'accompagneranno alla scrivania, per recuperare i suoi effetti personali e la prego di tenersi a disposizione della PP, che nei giorni a venire avrà sicuramente necessità di porle alcune domande.-

Immediatamente le due guardie prelevarono dalla seggiola il De Cesari, con atteggiamento energico e deciso e lo trasportarono fuori dalla sala, senza dargli neppure il tempo di proferire una parola.

-Bene, veniamo a voi due ora. Operate in questa società da molti anni ed avete sempre lavorato con profitto, il che però non giustifica le vostre azioni. Siete già implicati nell'inchiesta della PP sugli eventuali fiancheggiatori del terrorista Parisi e vi sembra giusto dare adito ad altri sospetti con un'azione scellerata come quella di questa mattina?-

-Ma noi…- intervenne Mario con una decisione che stupì egli stesso, -noi abbiamo semplicemente cercato di salvare la vita di un nostro collega che giaceva a terra inoffensivo.-

-Ma quale collega e quale inoffensivo!- Ribattè Colombo con le gote che gli si erano fatte rosse dall'ira, un terrorista è solamente un terrorista e non è mai inoffensivo, neppure da morto, ficcatevelo bene in testa questo.-.....

continua.....

Nessun commento: