sabato 7 marzo 2015

La luce del buio - 51° puntata

Marco Cedolin


Si vergognò di quel suo assurdo e irriflessivo comportamento, non gli era mai capitato d'infrangere il divieto di abbandonare il tappeto, oltretutto senza che nessun motivo razionale lo costringesse a farlo. Aveva sempre giudicato gli atteggiamenti impulsivi propri delle persone sciocche e lui, sempre così misurato nel suo comportamento, aveva appena rischiato una multa o anche peggio, spinto dall'impulso irrazionale d'inseguire una persona che, probabilmente esisteva solo nella sua fantasia....

Tornò immediatamente sul tappeto, per fortuna nessuno aveva fatto caso al suo gesto, si tirò su il cappuccio del giubbotto fino quasi a coprirsi gli occhi e si avviò a prendere il metrò.

Subito dopo essere rientrato a casa provò a chiamare alcune volte Alessio Greco, ma sia l'impianto casalingo che l'olocellulare risultavano disattivati, allora accese l'olotv e si sforzò di mangiare qualcosa, anche se non aveva fame ed avvertiva solo un grande senso di spossatezza.

Stava svogliatamente addentando una plastocotoletta di tacchino sintetico quando un uomo semicalvo sulla quarantina, con un naso porcino e la pelle del volto grassa e butterata, comparì in sovrimpressione accanto al telefono che trillava e con una voce isterica disse - buonasera a tutti, mi chiamo Matteo Boeri, sono il delatore, voglio denunciare l'inquilino che abita sotto di me, il suo nome è Alessio Greco, 44 esima strada numero 137 terzo piano. Credo sia stato infettato dal virus del terrorista. Sabato pomeriggio l'ho incontrato per caso dinanzi al portone di casa, mi ha quasi messo le mani addosso, dicendomi che viviamo dentro ad una gabbia disumana e dobbiamo tutti quanti liberarci da noi stessi. Ho avuto paura, tanta paura, tanta paura….

 
Mario rimase per un attimo immobile, come folgorato, mentre il conduttore a pochi passi da lui radunava in gran fretta una squadra dell'Eliminazione Immediata ed aggiornava gli uomini vestiti di nero su quale sarebbe stato il loro compito. Poi, quasi ipnotizzato, s'incollo davanti all'olotv, mentre l'orientamento agli acquisti sciorinava prodotti di ogni genere in tutte le loro meravigliose qualità, al ritmo incalzante del publirap.....

continua....


Nessun commento: