lunedì 9 marzo 2015

La luce del buio - 52° puntata

Marco Cedolin

Era passata quasi mezz'ora quando gli agenti sfondarono a calci la porta dell'appartamento di Alessio e fecero irruzione, tenendo fra le mani i mitragliatori pesanti laserguidati. Si separarono ed ispezionarono tutte le stanze, ma era ormai evidente che in casa non c'era nessuno.....

Perquisirono dettagliatamente tutto, sfondarono gli armadi, tagliarono il materasso del letto, il divano, le poltrone, mandarono in frantumi i servizi igienici, ma non riuscirono a trovare nulla che potesse rivestire qualche interesse, se si esclude un vecchio libro degli anni 80 che trattava di psicologia ed al quale il cameraman dedicò una lunga inquadratura.
A questo punto il conduttore dichiarò Alessio Greco persona ricercata ed una sua fotografia, appena rinvenuta nell'appartamento, campeggiò a lungo in sovraimpressione, accanto al numero di conto corrente destinato alle donazioni degli olospettatori per costituire una taglia da
mettere sul capo del fuggiasco.

Quando Mario, dopo aver risposto quasi automaticamente all'olofono, vide materializzarsi il viso di Olga, stravolto come se avesse appena incontrato un fantasma, si accorse di trovarsi ancora in uno stato di completa confusione mentale.

-Hai visto l'olotv? E' pazzesco, sembra che il tuo amico Alessio sia diventato un terrorista, ecco il perché di quelle frasi sconnesse, di quegli occhi che parevano iniettati di sangue, quando ha telefonato a me….e poi perché a me? Mario ho paura, spiegami cosa sta succedendo.-

-Olga stai calma, ti prego. Non ho la benché minima idea di quello che stia succedendo, ma sono convinto che Alessio non può essere diventato un terrorista. Lo conosco da oltre vent'anni ed è sempre stato una persona positiva e socievole, sicuramente a tutto questo c'è una spiegazione.-

 
-Ho paura, e se venisse qui, se cercasse di entrare con la forza in casa mia? Ho chiamato la PP dieci minuti fa, raccontando loro della telefonata e mi hanno assicurato che terranno sotto controllo il mio appartamento, ma ho paura lo stesso.-

-Olga, ti ho detto di stare calma, se hai avvertito la PP puoi stare tranquilla e poi continuo a ripeterti che Alessio sarebbe incapace di fare del male ad una mosca. Se ti fa piacere domani sera, quando esco dalla seduta col professor Salvetti, passo da te, così potremo cenare insieme, che ne dici?-

-Si, va bene, certo che mi fa piacere, sei una delle poche persone che mi sono vicine in questo momento.-.....

continua......

Nessun commento: