giovedì 2 aprile 2015

La luce del buio - 59° puntata

Marco Cedolin

-Le sarà successo qualcosa, magari un incidente, un malore o che so io....-

-Si, spero anche io che abbia avuto un incidente, molto meglio ritrovarsi all'ospedale che disoccupati, soprattutto di questi tempi.-

-Già, torniamo al lavoro dai, ho ancora alcune cose da sbrigare prima della pausa pranzo.-.....


Verso le 14, mentre ancora i plastopeperoni, mangiati svogliatamente durante la pausa pranzo, continuavano a duellare fra loro all'interno del suo stomaco, sullo schermo olonet iniziò a lampeggiare in rosso un messaggio con priorità 1 che automaticamente aveva bloccato il sistema. "Alle 14,30 è pregato di recarsi all'ufficio dell'UOS, per incontrare il direttore Mauro Colombo, grazie."

Sarà stato a causa del duello sempre più serrato fra i plastopeperoni, o più probabilmente per colpa del messaggio che aveva appena terminato di leggere, Mario si sentì improvvisamente avvampare tutto, le gote si fecero rubizze e la mano destra iniziò a tremare, prima in maniera impercettibile, poi sempre più violentemente. 

Cosa poteva volere da lui il Colombo? Era perfettamente cosciente del fatto che con un richiamo nero sulle spalle, qualsiasi quisquilia e qualsiasi rimbrotto avrebbero potuto essergli fatali e provocare il licenziamento immediato. L'indice di produttività era ancora alto, ben superiore alla media, a quanto gli era dato sapere le collezioni non avevano problemi di sorta, perchè allora quella convocazione? 

Qualcuno era forse al corrente della riunione clandestina di quella mattina, all'interno della cantina in cui era stato trascinato a forza dal Bernini? Ma come sarebbe mai potuto accadere se i buffi berretti pelosi avevano il compito di schermare completamente le trasmissioni del biorec?...........

continua......

Nessun commento: