lunedì 11 maggio 2015

La luce del buio - 65° puntata

Marco Cedolin

-Veramente non avevo colto nulla di tutto cio`, semplicemente ho avuto la sensazione di assistere ad un omicidio, sia pur legalizzato ed incastonato all'interno di un programma d'intrattenimento.-

-La selezione naturale non puo`essere considerata alla stessa stregua di un omicidio, caro signore.....
Il piu`forte trionfa sul piu`debole come il meglio sul peggio, il bello sul brutto e via discorrendo. Si tratta dell'unico vero incentivo a migliorarci ogni giorno, per competere con successo, in una societa`dove non c'e`spazio per i perdenti, privi di ambizione e di amor proprio. Spero che questa morale possa esserle di grande utilita`.-

-Lo sara`sicuramente professore.-

-Bene, credo che per oggi abbiamo finito, domani sera le consiglio di guardare "Mi raccomando non perdere il lavoro", cosi`nella seduta di venerdi`potremo analizzare la puntata e vedere se lei inizia a fare qualche miglioramento.-

Quando gia`Mario stava apprestandosi ad alzarsi dal lettino e salutare, il prof. Salvetti aggiunse quasi con indifferenza -Ah mi raccomando, se dovesse olofonarle ancora quell'Alessio Greco, il suo amico, abbandoni l'atteggiamento passivo della scorsa volta e tenti di gestire lei la conversazione, magari riuscira`a capire cosa deve accendere e perche`.-

-Faro`come ha detto lei, arrivederci e buona serata- rispose Mario, che doveva sicuramente essere rimasto qualche istante con la bocca spalancata per lo stupore, nell'apprendere che il professore era al corrente della telefonata di Alessio e probabilmente anche delle sue conversazioni con Olga.

Ritornato in strada, Mario fece ancora una volta visita alla camera fumo dove aveva incontrato l'uomo dai capelli bianchi, poi sali` sul tappeto 18 che lo lascio`a poche decine di metri dalla casa di Olga.....

continua....

Nessun commento: