martedì 29 maggio 2018

Qualcuno mi spieghi

Marina Fani

Scusate qualcuno mi illumini: Oettinger dopo avere detto la verità, per quanto ovviamente sgradevole ma nessuno può negare che siano i mercati a fare il bello e cattivo tempo, si dovrebbe dimettere.
Ma nessuno si sogna di chiedere che venga messa fine a questo abuso di potere, anzi senza che alcuno si scandalizzi lo spread continua a venire  usato come arma di ricatto....


Con quale logica dunque si può condannare le parole di Oettinger, ma al contempo avallare ed accettare la realtà da lui descritta?

Ed inoltre, mi spiegate la differenza fra un Presidente della Repubblica che viola la costituzione sulla quale ha giurato adducendo come scusa il fatto che intendeva proteggere i risparmi degli italiani dagli attacchi dei mercati, giustificando perciò le parole di Oettinger e il servetto di Bruxelles che traduce vocalmente quello che Mattarella ha fatto?

Per quale arcana ragione Oettinger dovrebbe dimettersi, ma Mattarella no?

Nessun commento: