lunedì 20 aprile 2015

La luce del buio - 63° puntata

Marco Cedolin

L'uomo gli si avvicinò, domandandogli se avesse da accendere, e quando Mario una volta estratto l'accendino dalla tasca lo avvicinò alla sua sigaretta, gli posò per un attimo la mano sul polso. La fitta fu improvvisa e violenta, come la volta precedente, ma questa volta durò di più, lasciandolo confuso ed inebetito. Ebbe solo il tempo di mormorare - perché l'ha fatto?.....

giovedì 16 aprile 2015

La luce del buio - 62° puntata

Marco Cedolin

-Prima dell'attentato compiuto dal Parisi, vorrà dire.- Ribattè il colonnello Siraci con ira.

-Si certo.-

-Per ora non credo di doverle rubare altro tempo, però c'è ancora una cosa che voglio chiederle: ha idea del perchè stamattina, fra le 7,38 e le 7,46 il suo biorec ha smesso di funzionare per 8 minuti esatti?-.....

lunedì 13 aprile 2015

La luce del buio - 61° puntata

Marco Cedolin

-Non so assolutamente a cosa si riferisse Alessio nei suoi vaneggiamenti, mi creda, mi sembravano le parole di un matto, io....-

Lei, a quanto ci risulta, la domenica pomeriggio alle ore 15,12 ha ricevuto una chiamata da parte della signorina Olga de Martinis, nel corso della quale la ragguagliava in merito ad un'olofonata di cui il Greco l'aveva fatta oggetto.-

E' verissimo, ma anche in quel caso...-......

venerdì 10 aprile 2015

La luce del buio - 60° puntata

Marco Cedolin

Stava ancora continuando a rimuginare su questi pensieri, con la fronte imperlata di sudore e le mani che non volevano saperne di stare ferme, quando due guardie armate dallo sguardo truce fecero capolino all'interno dell'ufficio, gli si avvicinarono e dopo averlo preso sottobraccio, fra le occhiate stupite dei colleghi e l'espressione atterrita di Mattia Semioli, lo condussero al settimo piano dinanzi alla porta dell'UOS che ormai gli era diventata fin troppo familiare......

giovedì 2 aprile 2015

La luce del buio - 59° puntata

Marco Cedolin

-Le sarà successo qualcosa, magari un incidente, un malore o che so io....-

-Si, spero anche io che abbia avuto un incidente, molto meglio ritrovarsi all'ospedale che disoccupati, soprattutto di questi tempi.-

-Già, torniamo al lavoro dai, ho ancora alcune cose da sbrigare prima della pausa pranzo.-.....

lunedì 30 marzo 2015

La luce del buio - 58° puntata

Marco Cedolin

Nonostante il turbinio emotivo che sentiva crescere dentro di sè, esternamente tentava di mantenere un aspetto calmo ed impassibile e benché si trattasse di un'impresa improba, si rese conto che stava riuscendoci egregiamente. Le parole di Alessio, la riunione "carbonara" nella cantina con il capo coperto da quei buffi berretti, lo shock del cannone sonico e la fuga precipitosa, erano stati rinchiusi in un cassetto dell'animo e in attesa di venire affrontati con la lucidità mentale che avrebbero meritato, non avrebbero dato più fastidio......

lunedì 23 marzo 2015

La luce del buio - 57° puntata

Marco Cedolin

-Ma, come è accaduto tutto ciò e soprattutto come fai tu a saperlo, Alessio?- Mormorò Mario sempre più sbigottito.

Improvvisamente dalla strada adiacente iniziò a crescere sempre più forte un suono lamentoso, simile a quello della turbina di un aereo, un suono che sembrava volere entrare dentro al cervello in profondità.....

venerdì 20 marzo 2015

La luce del buio - 56° puntata

Marco Cedolin

Non vi erano sedie nè altre suppellettili, ma alcune persone sedevano in terra in silenzio.
Flavio estrasse dal proprio giubbotto una specie di ridicolo berretto con due paraorecchi pelosi e lo invitò ad indossarlo mimando il gesto in una maniera così goffa che Mario non riuscì a trattenersi dal sorridere.....

lunedì 16 marzo 2015

La luce del buio - 55° puntata

Marco Cedolin

La mattinata era fredda e nebbiosa, l'umidità sembrava entrare dentro alle ossa e Mario continuava a percepire sgradevoli brividi lungo tutta la schiena, nonostante avesse alzato al massimo il termostato del giubbotto.
La maschera, regolata sul livello quattro rendeva un poco difficoltosa la respirazione e lui detestava la nebbia come poche altre cose al mondo.....

venerdì 13 marzo 2015

La luce del buio - 54° puntata

Marco Cedolin

La luce del buio - capitolo VII - un berretto di pelo può salvarti la vita




Si svegliò madido di sudore e con il respiro affannato, erano passate da poco le 4 e gli pareva che la testa fosse sul punto di scoppiargli.
Andò in cucina e prese un'altra compressa antidolore, scorse i due gatti che sonnecchiavano beatamente sul divano, si avvicinò e messosi in ginocchio iniziò a carezzarli con delicatezza.....

mercoledì 11 marzo 2015

La luce del buio - 53° puntata

Marco Cedolin

-Bene, allora adesso prendi un paio di compresse di dolcerelax e fatti un bel sonno, ci vediamo domani verso le 20 e se questa notte qualcosa ti turbasse, qualunque cosa, non esitare a chiamarmi, posso stare tranquillo?-

-Si, certo che puoi, buonanotte.-

-Buonanotte anche a te, a domani.-.....

lunedì 9 marzo 2015

La luce del buio - 52° puntata

Marco Cedolin

Era passata quasi mezz'ora quando gli agenti sfondarono a calci la porta dell'appartamento di Alessio e fecero irruzione, tenendo fra le mani i mitragliatori pesanti laserguidati. Si separarono ed ispezionarono tutte le stanze, ma era ormai evidente che in casa non c'era nessuno.....

sabato 7 marzo 2015

La luce del buio - 51° puntata

Marco Cedolin


Si vergognò di quel suo assurdo e irriflessivo comportamento, non gli era mai capitato d'infrangere il divieto di abbandonare il tappeto, oltretutto senza che nessun motivo razionale lo costringesse a farlo. Aveva sempre giudicato gli atteggiamenti impulsivi propri delle persone sciocche e lui, sempre così misurato nel suo comportamento, aveva appena rischiato una multa o anche peggio, spinto dall'impulso irrazionale d'inseguire una persona che, probabilmente esisteva solo nella sua fantasia....

martedì 3 marzo 2015

La luce del buio - 50° puntata

Marco Cedolin

-Dai Mattia, apprezzo il tuo tentativo di tirarmi su il morale ma non sforzarti così tanto, potresti perfino provocarmi una crisi d'ilarità e sai che qui in ufficio, nelle mie condizioni mi sarebbe certamente fatale.-

-Riesci perfino a scherzarci su tu, sai per certi versi t'invidio, eccome se t'invidio, hai un avvoltoio che ti gira sopra la testa e nonostante questo riesci a mantenere il senso dell'umorismo, sei incredibile.-......

domenica 1 marzo 2015

La luce del buio - 49° puntata

Marco Cedolin

-Sissignore ha ragione ,ci scusi, probabilmente abbiamo perso la testa.- Disse con un tono di voce basso e lamentoso Flavio Bernini, che fino a quel momento era rimasto in silenzio.-

-Non è questione di scuse, qui si tratta di cose serie, non si può aiutare un terrorista e poi scusarsi come se nulla fosse, possibile che non vi rendiate conto della gravità del vostro gesto?
Comunque siccome vi stimo voglio cercare di aiutarvi, non sarete licenziati, riceverete una ritenuta di 200 dm sullo stipendio mensile, per i prossimi 3 mesi, quale multa, ed un richiamo nero della validità di un anno......

mercoledì 25 febbraio 2015

La luce del buio - 48° puntata

Marco Cedolin

-Noi?- Domandò Mario, sinceramente stupito dall'affermazione.
-Si voi, tre stimati impiegati della nostra azienda che si sono resi complici di un criminale ed hanno ostacolato con la forza l'operato della sicurezza, una vergogna, semplicemente una vergogna.-

-Ma noi signore abbiamo solamente detto alle guardie di smettere di malmenare quel poveraccio che giaceva a terra svenuto.- Disse il de Cesari con un filo di voce.....

lunedì 23 febbraio 2015

La luce del buio - 47° puntata

Marco Cedolin

Mai intuizione si era rivelata più profetica, per tutta la mattinata in ufficio si continuò a percepire un'atmosfera carica di tensione, Mario tentò di contattare un paio di volte Alessio Greco tramite l'olonet ma inutilmente, l'olocentralinista dell'azienda di sensazioni nella quale prestava servizio lo informò che quella mattina non si era presentato al lavoro......

venerdì 20 febbraio 2015

La luce del buio - 46° puntata

Marco Cedolin

Mario, Flavio Bernini ed il nuovo assunto Cristian de Cesari uscirono dalla calca e cercarono di sottrarre il poveretto alla furia dei poliziotti.
-Basta lasciate stare, lo portiamo via noi!-
Urlò Mario, nel tentativo di trascinare via il corpo del collega ormai svenuto, una manganellata lo colpì con violenza alla spalla, prima che le due guardie ormai soddisfatte decidessero che poteva bastare.....

mercoledì 18 febbraio 2015

La luce del buio - 45° puntata

Marco Cedolin

Aveva lasciato il tappeto 32 da un paio di minuti, quando attraverso la bruma vide un gruppo di persone che si agitavano dinanzi portone centrale della WIC, allungò il passo incuriosito, senza badare alle pozzanghere che rischiavano di corrodergli in profondità gli stivali tecnocittà che portava ai piedi.
Ormai giunto in prossimità dell'ingresso, gli si presentò dinanzi agli occhi una scena alquanto insolita e raccapricciante.....

lunedì 16 febbraio 2015

La luce del buio - 44° puntata

Marco Cedolin

Dunque Alessio dopo averlo svegliato alle prime luci dell'alba, con quello che lui pensava essere stato uno scherzo da buontempone, anzichè concedersi un bel sonno aveva deciso di uscire di casa la mattina di una domenica festiva, per recarsi in una zona industriale della periferia e telefonare ad Olga, della quale ignorava oltretutto che conoscesse il numero.
I conti non tornavano, quel dormiglione di Alessio non avrebbe mai fatto una cosa del genere, e poi le frasi sconnesse, il viso stravolto dalla paura, quel tono affranto, non gli era mai capitato in tanti anni di vedere Alessio preoccupato o triste. Doveva senza dubbio essere capitato qualcosa, ma cosa?......

venerdì 13 febbraio 2015

La luce del buio - 43° puntata

Marco Cedolin

Ma come siamo spiritosi oggi, dimmi piuttosto hai incominciato a prendere le compresse che ti ha prescritto il professor Salvetti, testone? Ti senti meglio? Ti hanno creato dei problemi?-

-No, no, nessun problema Olga ma io non potrei sentirmi meglio, in quanto stavo bene già prima, non sono malato, ho accettato la visita e la cura solo perché mi ci hanno costretto.-
Nel pronunciare queste parole Mario si ricordò delle due scatolette di compresse che aveva dimenticato nella tasca del giaccone invernocaldo. Doveva riporle in cucina dentro ad una scansia, poiché pur non avendo alcuna intenzione di assumere i farmaci sarebbe stato imprudente gettarli in un riciclatore......

martedì 10 febbraio 2015

La luce del buio - 42° puntata

Marco Cedolin

Quando era bambino, negli anni 90, suo padre amava leggergli spesso racconti e romanzi. Lui ascoltava affascinato, mentre la mente correva in mille mondi di fantasia, a volte fra le gelide acque di oceani tempestosi, altre sui crinali d'impervie montagne, dove le nuvole correvano nel cielo così vicine che pareva di poterle toccare, altre ancora nell'affascinante atmosfera di una corte rinascimentale o nell'aia di una cascina, in campagna d'estate, quando il sole volge al tramonto e calano le prime ombre della sera.......

venerdì 6 febbraio 2015

La luce del buio - 41° puntata

Marco Cedolin


Mentre pronunciava queste ultime parole Katia estrasse con gesto fulmineo la Smith & Wesson calibro 45 dalla borsetta pitonata ed esplose in rapida sequenza due colpi a bruciapelo in direzione del marito.
Il primo colpo raggiunse in pieno Erik alla spalla sinistra, lacerandogli la carne senza pietà, il secondo gli frantumò il ginocchio destro con il quale aveva cercato di proteggersi.....

martedì 3 febbraio 2015

La luce del buio - 40° puntata

Marco Cedolin

Sua moglie era ormai a meno di un metro dal tavolino di cristallo e la sua figura gli nascondeva completamente alla vista il cuscinetto rosso e la pistola che vi era adagiata sopra.
Avrebbe voluto correre a nascondersi in cucina o in camera da letto, avrebbe voluto infilarsi dentro ad un armadio, o semplicemente gettarsi a terra e piangere come un bambino,.......

domenica 1 febbraio 2015

La luce del buio - 39° puntata

Marco Cedolin

-Certo, se dessi retta a te dovrei vivere come un'accampata, in una casa simile a un tugurio, lasciare che il tempo deformi la bellezza del mio corpo e magari acquistare vacanze di quelle dozzinali, da passare in posti noiosi, con gente noiosa. Lasciamo perdere guarda, io sopporto tutto questo solo perché ti amo e so che un giorno qualcosa cambierà.-......

giovedì 29 gennaio 2015

La luce del buio - 38° puntata

Marco Cedolin

-Sarà mai possibile che non ti riesca di stare fermo un attimo? Sciogli quei muscoli, hai forse paura che ti voglia strangolare?-

-Ma che dici tesoro? E' che mi sento teso, nervoso-

-Sai bene che ti amo e non potrei vivere senza di te, non penserai che voglia davvero ucciderti per ottenere quei soldi-

-Ma certo che no, sciocca.-.....

lunedì 26 gennaio 2015

La luce del buio - 37° puntata

Marco Cedolin


Fai pure con tranquillità tesoro- rispose Erik con la voce che tradiva un misto d'imbarazzo ed agitazione.-

L'uomo seguì sua moglie con gli occhi e non si alzò in piedi fino al momento nel quale sentì girare la chiave nella toppa, dopodiché si avvicinò al cassettone della cucina e apertolo con mano tremante ne estrasse un coltellaccio da macellaio.....

sabato 24 gennaio 2015

La luce del buio - 36° puntata

Marco Cedolin

Quanto mi ami? Era un reality play dal regolamento molto semplice: due coniugi, che fossero sposati da almeno cinque anni ed avessero pubblicamente asserito di amarsi vicendevolmente, erano introdotti all'interno dell'appartamento, mentre una pistola veniva posta ad eguale distanza l'uno dall'altro. Il gioco iniziava alle 21 in punto e terminava a mezzanotte. Il coniuge che fosse riuscito nel corso delle tre ore ad ammazzare l'altro ed uscire vivo dalla stanza guadagnava 400.000 dm......

giovedì 22 gennaio 2015

La luce del buio - 35° puntata

Marco Cedolin

Lei aveva i capelli lunghi appoggiati sulle spalle, che sfumavano dal biondo al rosso a comporre il disegno di una farfalla in volo, non era più alta di un metro e settanta, portava un vistoso piercing al naso e parecchi anelli, indossava una mise “bella e monella” da 200 dm, teneva a tracolla una borsetta pitonata a forma di gabbiano e a differenza di Erik si muoveva con estrema spontaneità, dando la sensazione di trovarsi completamente a proprio agio di fronte ai riflettori.....

lunedì 19 gennaio 2015

La luce del buio - 34° puntata

Marco Cedolin

Quanto mi ami?” era uno dei programmi con il più alto indice di ascolto. Andava in onda immancabilmente nella prima serata del sabato e restava argomento privilegiato di discussione nella maggior parte delle famiglie per tutto il corso della settimana successiva.
Quella che, seguendo i dettami del professor Salvetti, Mario si apprestava a vedere, semisdraiato sul divano automassaggiante altro non era che la replica della domenica mattina.....

sabato 17 gennaio 2015

La luce del buio - 33°puntata

Marco Cedolin

Chiamò pertanto il centralino della PP. per domandare che lo mettessero in contatto con il numero 7723881018 in quanto intendeva smascherare immediatamente quel burlone, che probabilmente dopo aver passato tutta la notte al baccanale della loggia degli argonauti aveva avuto la brillante idea di svegliarlo prima dell'alba, per proporgli quella gustosa scenetta, confidando certo nel fatto che lui ancora vittima del sonno avrebbe abboccato all'amo con facilità.....

mercoledì 14 gennaio 2015

La luce del buio - 32° puntata

Marco Cedolin

Mario faticò non poco a fuoriuscire dal dormiveglia nel quale era rimasto intrappolato e pronunciò la parola ok per effetto di quel meccanicismo che spesso ci porta a ripetere le azioni consuete anche se inebetiti ed interdetti nelle nostre facoltà motorie.
Alessio si materializzò nel centro della sala, i capelli cangiavano dal verde al rosso porpora ed apparivano insolitamente estremamente scomposti e spettinati,......

lunedì 12 gennaio 2015

La luce del buio - 31° puntata

Marco Cedolin

Incominciarono a parlare quasi freneticamente, senza pause, senza interruzioni, con un entusiasmo che somigliava a quello dei bambini, passando inavvertitamente da un argomento ad un altro e poi ad un altro ancora.
Parlarono delle loro famiglie, dell'adolescenza, dei gatti, del proprio lavoro,.....

sabato 10 gennaio 2015

La luce del buio - 30° puntata

Marco Cedolin

La luce del buio - capitolo V - "Quanto mi ami?"

Era stata una serata incredibile, Mario accoccolato in maniera scomposta sulla vecchia poltrona di velluto blu non riusciva ad evitare di tornare col pensiero alle poche ore passate in compagnia di Olga De Martinis.
Nonostante la vecchia Mole Antonelliana segnasse ormai le due di notte, non sembrava minimamente intenzionato a coricarsi, intento com'era ad inseguire le anse e le rapide del fiume emozionale che sentiva scorrere dentro di sé....

giovedì 8 gennaio 2015

La luce del buio - 29° puntata

Marco Cedolin

- Io amo gli animali-
rispose con voce ferma Mario, che stava trattenendo a stento l'insofferenza per il protrarsi di quella discussione su un programma a suo giudizio di così scarso spessore.

-Gli animali non si possono amare, si compatiscono.....

lunedì 5 gennaio 2015

La luce del buio - 28° puntata

Marco Cedolin

Il cittadino, in veste appunto di delatore, segnalava al conduttore del programma l'infrazione alla legge compiuta da un suo conoscente, vicino o quant'altro, documentandola con prove circostanziate. Una squadra di agenti della PP. fra quelle presenti in studio, si recava immediatamente a far visita al malcapitato.....

sabato 3 gennaio 2015

La luce del buio - 27° puntata

Marco Cedolin

Dopo quache minuto di attesa una voce dall'intonazione nasale piuttosto buffa disse -venga, venga avanti prego-. Mario fece capolino nello studio, dove un ometto segaligno con due occhietti guizzanti e un camice bianco che sembrava di due taglie superiori, sedeva dietro ad una scrivania di plastolegno scura. Sulla parete alle sue spalle una famigliola stava correndo sulla spiaggia, nella luce di un tramonto tropicale.....

venerdì 2 gennaio 2015

La luce del buio - 26° puntata

Marco Cedolin

Chi cadeva, chi non riusciva più a garantirsi la sopravvivenza, e prima o poi quasi tutti gli improduttivi facevano questa fine, era indirizzato al programma “Lavoro per Cibo”. Quasi tutte le aziende importanti aderivano a questa iniziativa "umanitaria" che consisteva nel dare un tetto e due pasti caldi agli esuberi, in cambio della loro prestazione lavorativa che, seppur ritenuta superflua, le rifondeva in parte delle spese.....

giovedì 1 gennaio 2015

La luce del buio - 25° puntata

Marco Cedolin

Un uomo, all'apparenza sulla sessantina, con i capelli e la barba bianchi, dall'aspetto vagamente retrò, fu ammanettato e tradotto in carcere dopo che nella sua borsa era stato rinvenuto un libro, probabilmente un romanzo stampato negli anni 90.
I libri, la cui produzione era cessata da oltre vent'anni, venivano tollerati solo a scopo di collezionismo,.....

martedì 30 dicembre 2014

La luce del buio - 24° puntata

Marco Cedolin

Eccolo pronto per essere l'ospite d'onore questa sera a “Giustizia in Diretta” si sorprese a pensare, guardando lo sventurato. Quel programma lo aveva sempre disgustato, forse in quanto trovava di cattivo gusto la commistione fra le sorti di un uomo ed il contorno di balletti, showgirl ed opinionisti di ogni risma che lo contraddistinguevano. Da casa la gente poteva anche giocare a “Vota la Sentenza” dove al costo di un solo dm. veniva dato modo di esprimere la posizione del proprio pollice.....

domenica 28 dicembre 2014

La luce del buio - 23° puntata

Marco Cedolin

Mario regolata la maschera sul livello 2, come consigliavano i pannelli luminosi della carboniattivi futuro, salì sul tappeto 23 e provò a rilassarsi, approfittando del fatto che il dolore alla testa stava concedendogli un attimo di tregua.
Fin da quando aveva lasciato l'ufficio continuava a percepire una strana sensazione, come se un paio di occhi lo stessero osservando con sguardo indagatore, girò più volte la testa repentinamente in tutte le direzioni,......

sabato 27 dicembre 2014

La luce del buio - 22° puntata

Marco Cedolin

Verso le 11,30 un ragazzotto giovane, non più che venticinquenne, fece il suo ingresso nell'ufficio.
- Buongiorno a tutti sono Cristian De Cesari il vostro nuovo collega.-
Disse con voce stentorea che certo tradiva l'emozione del momento. Portava i capelli scuri tagliati cortissimi, il viso magro e affilato rasato di fresco gli dava un aspetto ancora più infantile di quella che non fosse la sua età. Indossava un completo "Ordinata efficienza" grigio antracite con camicia celeste e cravatta blu e dalle sue movenze traspariva un senso di goffaggine......

giovedì 25 dicembre 2014

La luce del buio - 21° puntata

Marco Cedolin

Professor Salvetti psicoterapeuta specialista nell'orientamento, sessantunesima via n°173 telefono 7734561294”.
Mario si ripromise di chiamare più tardi, dimenticando che la priorità 1 bloccava l'intero sistema e quindi anche ogni possibilità d'iniziare a lavorare, finchè il numero fatidico non fosse stato composto.....

domenica 21 dicembre 2014

La luce del buio - 20° puntata

Marco Cedolin

Gli accadimenti del giorno precedente lo avevano turbato molto più di quanto avesse potuto prevedere. Percepiva qualcosa di terribilmente sbagliato nella crisi isterica del povero Parisi e in tutto ciò che ne era conseguito, ma era come se questa sensazione di disagio si propagasse con
variegate sfumature ad ogni aspetto del mondo che lo circondava. Troppe cose gli sembravano senza senso,.....

sabato 20 dicembre 2014

La luce del buio - 19° puntata

Marco Cedolin

-Bene, grazie per la collaborazione che noi tutti abbiamo apprezzato-
iniziò a dire Colombo, col fare mellifluo che lo contraddistingueva.
-Gli agenti adesso l'accompagneranno in infermeria. Qualora in futuro ve ne fosse necessità sono certo che ci farà ancora dono di un poco del suo tempo. Può andare ora.-

-Ma certo a vostra disposizione. Buona sera signori.-..........

martedì 16 dicembre 2014

La luce del buio - 18° puntata

Marco Cedolin

-Lei guarda l'olotv?-

-Certamente, cinque ore al giorno come da disposizione.-

-Guardare l'olotv è importante, incrementa la cultura personale, apre la mente, aiuta a rimanere giovani, informati sui trend del momento. In poco tempo consente di accrescere la propria interiorità molto più di quanto quei poveretti dei nostri nonni riuscissero a fare in anni e anni di lettura sopra a degli anacronistici libri.-......

lunedì 15 dicembre 2014

La luce del buio - 17° puntata

Marco Cedolin

Mario stava già cullando la speranza che quella ridda di domande a dir poco indisponenti volgesse ormai al termine, quando il terzo interlocutore, un ometto sui 40 anni con i capelli corvini e un paio di baffetti radi si presentò come il dottor Stanley. Psichiatra, specialista in virus comportamentali e devianze infettive.

-Lei-
disse biascicando le parole con inconfondibile accento americano
- si considera felice della sua vita?-......

domenica 14 dicembre 2014

La luce del buio - 16° puntata

Marco Cedolin

-Non si preoccupi sono felice di potervi essere utile.-
L'uomo alla destra di Colombo,che fino a quel momento era rimasto in silenzio, limitandosi a scrutarlo con sguardo indagatore, diede un colpetto di tosse ed esordì con voce forte e decisa.
-Sono Ivan Siraci comandante della settima squadra antiterrorismo, come tutti i militari non amo i convenevoli per cui verrò subito al sodo. Lei conosceva bene il Parisi?-....

sabato 13 dicembre 2014

La luce del buio - 15° puntata

Marco Cedolin

Alle 19 Cristina Vinci, la cui passione per gli ologiornali era a dir poco maniacale, asseriva con tono di voce isterico che 112 persone erano già state colpite e accompagnava le sue parole con ritmici ondeggiamenti del capo.
Brian Ceccarelli che aveva davvero una pessima cera era svenuto all'improvviso, cadendo pesantemente a terra. Un medico era prontamente intervenuto somministrandogli una puntura di anfetamina e suturandogli la brutta ferita sulla fronte con uno spray di biogomma. Ora giaceva riverso su una poltroncina e pareva a poco a poco riprendere i sensi.....

venerdì 12 dicembre 2014

La luce del buio - 14° puntata

Marco Cedolin

Dalle ampie olovetrate si poteva ammirare un lago blu cobalto, contornato da boschi verdeggianti, alcuni cumuli si stagliavano all'orizzonte nel cielo terso, solcato dalla scia di un aereo, mentre un leggero venticello muoveva le fronde degli alberi.
Un enorme tavolo ovale in noce con lo stemma della WIC in oro incastonato occupava il centro della stanza e alcune poltroncine in pelle nera erano state in gran fretta disposte disordinatamente in un angolo.
Quasi nessuno parlava, alcuni avevano preso posto a sedere, altri passeggiavano nervosamente....